Bonifacio: le sue falesie sono uno spettacolo che non dimenticherete

corsicavivilaadesso-studiogabriotomelleri- bonifacio

Le mitiche Bocche di Bonifacio, decantate da ogni guida e da ogni turista che sia stato in Corsica non vi deluderanno. Anzi.

Il mare è di un blu assoluto reso talmente intenso dalle correnti e dal vento sempre piuttosto forte in questa zona, da sembrare quasi cupo.

Le scogliere su cui sorge il Bonifacio sono invece bianche, con quella conformazione particolare che le rende uniche, un bianco che si alterna all’ocra e che quando si tuffa nel mare fa risultare l’acqua verde lì dove si infrange.

Semplicemente stupende.

corsicavivilaadesso-studiogabriotomelleri-3

Vedere Bonifacio dal mare deve essere un privilegio che non ci siamo concessi ma che ci siamo riproposti di non perderci la prossima volta che saremo in questo lembo del sud della Corsica.

Arrivando dalla terraferma il punto migliore per godersi lo spettacolo è arrivare al Cimitero Marino a sud della città alta. Il cimitero è già di per se molto poetico,  con i suoi tetti a punta sormontati da mille croci che si stagliano nel blu del cielo.

corsicavivilaadesso-studiogabriotomelleri

Andando oltre il cimitero avrete uno degli affacci più panoramici che spazia tutto intorno alla penisola dove sorge la città di Bonifacio ammirando le Bocche anche attraverso i resti dell’antico camminamento di ronda

corsicavivilaadesso-studiogabriotomelleri-8

Poi c’è Bonifacio.

Bonifacio è divisa in due quartieri, la parte marina, in fondo al fiordo e la città vecchia arroccata sulla falesia, la parte più caratteristica, arroccata al centro di questa penisola che insieme alla cittadella è racchiusa dalle mura bastionate.

I vicoli si diramano intorno al bel porticato della chiesa di origine romanica di Sainte Marie Majeure, ma purtroppo molta della poesia che il luogo avrebbe potuto avere è andata in pasto al turismo che qui si concentra con numeri probabilmente troppo elevati per la dimensione della città.

D’altra parte il turismo è stata una vera e propria salvezza per questa città che si trova in mezzo ad un’area a bassissima densità abitativa e il cui indotto prima era costituito dagli insediamenti militari della Legione Straniera.

Non stiamo dicendo che Bonifacio non meriti una visita, anzi, sarebbe un delitto perdersela, ma siate pronti a vivere una esperienza molto diversa da quelle a cui la Corsica vi ha abituato.
corsicavivilaadesso-studiogabriotomelleri-9

Ciononostante, come ovunque nel mondo, basta svoltare un angolo, perdersi per qualche vicolo meno affollato e anche a Bonifacio troverete degli angoli di Corsica autentica, come per esempio il panificio Da Faby, di cui abbiamo parlato anche qui.

Da non perdere, se sono aperte, la visita all’Escalier du Roi d’Aragon, con i suoi 187 gradini, che scende per 60 metri fino al mare, e che venne costruito per accedere ad una sorgente scoperta dai francescani, anche se la leggenda narra che siano stati scavati in una sola notte dalle truppe del re durante l’assedio del 1420.

corsicavivilaadesso-studiogabriotomelleri-7Ulteriori informazioni su località, alberghi e ristoranti provati da noi in Corsica, le potete trovare in questa sezione del nostro sito interamente dedicata a questa bellissima isola, compreso un itinerario completo di 8 giorni per scoprire le sue mille sfaccettature.

 

Bonifacio: le sue falesie sono uno spettacolo che non dimenticherete ultima modifica: 2015-08-21T15:17:09+00:00 da patrizia

«

1 Comment

  1. Pingback: Capo Pertusato: dove Bonifacio torna ad essere la vera Corsica! -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *