Travelling tools: strumenti indispensabili per viaggiare

Praha – march 2011

Oggi vogliamo parlare di Travelling tools o meglio di tutta quella strumentazione di supporto al viaggiatore che si sposta su strada: che ci si muova in macchina piuttosto che in camper se non addirittura a piedi o in bicicletta! Strumenti che ci fanno da supporto sia durante la guida ma anche e forse soprattutto una volta tornati a casa.

Come primo strumento non possiamo non nominare

il navigatore,

ma senza scendere nei dettagli: credo ci sia nulla di nuovo da poter dire: ne esistono mille modelli ,da mille prezzi e scendere in una descrizione comparativa mi sembra inutile.

Noi però, cresciuti con le vecchie cartine geografiche, sentiamo ogni tanto anche il bisogno di visualizzare in modo diverso il percorso e per questo al navigatore noi abbiniamo una applicazione per I-Pad:

EUROPE-OFFLINE MAP WITH DIRECT U

gratuita e perfetta perchè dotata di localizzatore gps  (più info le trovate qui) ti permette di avere una idea di insieme del percorso e della direzione cosa che spesso col navigatore non è possibile avere. Utilissima nel caso si voglia ( o si debba) seguire delle deviazioni al percorso originariamente pianificato.

Tuttavia quello che fino ad ora ci è sempre mancato è uno storico che prendesse nota del reale tracciato compiuto: un report dell’itinerario in sostanza. Dopo aver a lungo cercato credo di aver finalmente trovato l’applicazione che fa per noi, pensavo fosse una cosa facile, invece su mille app specifiche per sportivi, non riuscivo proprio a trovare nulla di adatto alle nostre necessità.

Cercavo infatti una applicazione che:

– funzionasse senza connessione internet per ovvi problemi legati sia ai costi che alla copertura

-non fosse un navigatore

-riuscisse a funzionare in back up permettendomi di usare il telefono senza consumarne troppo la batteria –

mi tracciasse una mappa molto precisa ed esportabile dei nostri spostamenti dopo moltissimi tentativi ho trovato

EASY TRAILS

ho prima scaricato la versione lite gratuita, che è in realtà una specie di versione prova che salva un solo itinerario, e sembrandomi proprio quello che cercavo ho deciso di acquistare la versione completa per 2,99€  il primo test ufficiale è stato il nostro viaggio in Francia di settembre e vi racconteremo come se l’è cavata!

L’applicazione una volta accesa registra gli spostamenti sfruttando il segnale gps si possono inoltre segnalare dei punti di interesse -waypoint- a cui puoi associare una foto e una descrizione comodissimo per ricordarsi la posizione esatta di qualche luogo particolare che ci ha colpito.

La registrazione può essere sospesa e ripresa quante volte si vuole.

Una volta salvata la traccia, già sul telefono è possibile vedere la schermata con la mappa  e i punti di interesse che abbiamo salvato. Le informazioni fornite poi sono moltissime con grafici relative a rapporto dislivelli-tempo velocità-tempo e molte altre cose che a parer mio sono più utili ai fini sportivi che ai nostri. In ogni caso una volta salvata la traccia si può importarla sul computer grazie al comodissimo tasto condivisione ( tutto wireless)

A questo punto una volta dezippato il file abbiamo una serie di informazioni da analizzare: una traccia in formato gpx, una traccia in formato kmz e le foto dei waypoint.

Per sfruttare al meglio l’applicazione secondo le mie necessità ho scaricato due programmi:

GPX EDITOR scaricabile gratuitamente qui

con il quale riesco a visualizzare il percorso della traccia in gpx con una mappa di google maps questo mi è utilissimo per poter vedere l’effettivo percorso svolto.

Ma è fantastico anche perchè se creo da questa applicazione un percorso e poi lo importo sul dispositivo mobile, questo diventerà una traccia da seguire.

Il secondo programma invece è

SPORT TRACKS scaricabile gratuitamente qui

questa applicazione ha il vantaggio di dare una connotazione oraria e di distanza ad ogni singolo punto del tragitto, e questo può essere utile per sapere quando ci siamo trovati in un determinato posto.

Per quel che riguarda la traccia in kmz questa è apribile con

GOOGLE EARTH scaricabile gratuitamente qui

conoscerete già le sue moltissime funzionalità e la grafica assolutamente super ma ha la pecca di non poter essere visualizzata in google maps e quindi i tracciati stradali sono poco chiari

una assurdità che non mi so spiegare ma a quanto sembra non è superabile.

E voi che cosa usate quando vi spostate su ruote? Sentite anche voi la necessità di tenere un record preciso dei vostri spostamenti…o è una mania tutta nostra?! 🙂

Travelling tools: strumenti indispensabili per viaggiare ultima modifica: 2012-12-05T14:14:17+00:00 da patrizia

«

Comments

  1. alberto
    dicembre 5th

    Molto interessante. Ahh ahh, mi ricordo il primo gps che ho utilizzato in Oman, praticamente un rilevatore gps usb collegato al portatile e utilizzato su google earth, salvando in anteprima la cache…un lavoraccio !!!! Ora mi trovo bene, in particolare nelle città, con CityMaps2Go, certo non fa tutte le cose che dici sopra e la grafica è migliorabile, però è offline e pratico. Inoltre, se manca qualcosa, li contatti e aggiungono subito, ad esempio ho fatto aggiungere mezza Birmania, tre giorni ed era pronto. Indispensabile in Russia, dove tutto è in cirillico. E poi classico il tomtom su iphone, almeno per le destinazioni non sconosciute…

    • patrizia
      dicembre 5th

      Ciao Alberto, non conosco CityMaps 2go ma mi incuriosisce…se poi sono così efficenti da aggiungere una zona su richiesta e in così poco tempo…wow da considerare!! Grazie della dritta! 😉

  2. Pingback: Test app Easy Trails - Fashion for TravelFashion for Travel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *