Nonza: la spiaggia nera e il villaggio affascinante.

nonza -studiogabriotomelleri-3

Ci troviamo nel Capo Corso, quello comunemente chiamato il dito della Corsica. Questa è una zona particolare, possiamo dire che questa è la Corsica all’ennesima potenza.

Ebbene, se la Corsica è una terra selvaggia, qui lo è di più. Se la Corsica ha una natura spettacolare, qui lo è di più. Se la Corsica ha un fascino ammaliante…qui ne ha ancora di più.

Nonza è a nostro parere uno dei più bei villaggi di tutta la Corsica.

Nonza, nonostante si trovi a picco sul mare, ha la conformazione di un paesino di montagna. Vi si giunge dopo una strada tortuosa e quando arrivi sembra di essere catapultati indietro nel tempo ad inizio secolo scorso.

Le poste, una piazza alberata con una bella fontana e un negozio di alimentari, con dei tavolini sotto l’ombra delle grandi piante per servire qualcosa ai pochi turisti che arrivano.

La grande chiesa fronteggia la scalinata che porta verso la grande torre.

nonza -studiogabriotomelleri-4

Le case che sono cresciute a ridosso di questa scalinata devono essere state le più importanti del paese, lo vedi da qualche fregio scolpito nei portoni. Tutte le costruzioni hanno il tetto in lastre di pietra grigia, come avevamo visto già in altri paesi soprattutto nell’entroterra, e questo particolare lo puoi notare per bene mano a mano che sali verso la torretta da dove puoi guardare il paese dall’alto.

nonza -studiogabriotomelleri-2

Arrivati alla massiccia torre quadrata in roccia verdastra il paesaggio non apre più solo sui tetti di Nonza, ma anche su tutta la costa e in particolare sulla famosa spiaggia nera

Si tratta di una spiaggia di ciottoli scurissimi talmente scuri che molti vi dispongono dei ciottoli bianchi a comporre delle scritte, e questi contrastano talmente tanto come colore, che dall’affaccio della torre riesci a distinguere distintamente le lettere. Poco più avanti sulla costa la marina di Albo offre un paesaggio ancora più inconsueto: la sabbia nera che contrasta quasi assurdamente con la roccia della scogliera che è invece bianchissima.

La torre di Nonza è legata ad un aneddoto delle lotte per l’indipendenza Corsa. Rimasta ultimo baluardo difensivo contro le truppe Francesi la torre resistette a lungo prima di capitolare. Quando i francesi aspettarono di veder uscire quanti fossero i soldati che li avevano tenuti in scacco per così tanto tempo, rimasero di sasso nello scoprire che nella torre vi era un unico uomo che aveva architettato un sistema a corde per attivare più fucili nello stesso tempo.

nonza -studiogabriotomelleri-5

Ulteriori informazioni su località, alberghi e ristoranti provati da noi in Corsica, le potete trovare in questa sezione del nostro sito interamente dedicata a questa bellissima isola, compreso un itinerario completo di 8 giorni per scoprire le sue mille sfaccettature.

 

Nonza: la spiaggia nera e il villaggio affascinante. ultima modifica: 2016-03-22T09:21:20+00:00 da patrizia

«

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *