Selvaggia ed esclusiva: Port de Centuri, la mia Corsica

port de centuri -studiogabriotomelleri-6

Ci sono tanti motivi di innamorarsi della Corsica.

Perché è una terra dove la natura è forte ed intensa, perché ha un’anima indomita e selvaggia che traspare da ogni prospettiva in cui la si guardi, perché i suoi paesaggi sanno essere dolci e violenti allo stesso medesimo istante, ed anche perché riesce ad avere quel mix irresistibile di ricercato e lasciato a se stesso che da vita ad una forma di lusso che nel turismo contemporaneo è difficile da rivivere.

port de centuri -studiogabriotomelleri-5

Con le dovute pinze, il paragone che mi viene in mente è quello delle atmosfere de “La Mia Africa”: una natura infinita ed immensa, addomesticata quel tanto per essere contemplata nell’agio ma rispettandola e lasciandole il suo primato assoluto.

Quando siamo arrivati a Port de Centuri mi sono sentita così: incredibilmente privilegiata, perdutamente innamorata.

Corsica: la magia incomparabile di Port de Centuri Condividi il Tweet

port de centuri -studiogabriotomelleri-4

Dov’è Port de Centuri

Port de Centuri è la frazione costiera di Centuri, un minuscolo paesino di Capo Corso, che probabilmente sentirete menzionato perché qui vi si trova il Moulin Mattei, un vecchio mulino a vento restaurato divenuto celebre come simbolo della omonima azienda di liquori, ma che francamente non è così degno di attenzioni.

Seguite invece la strada che dalla statale D80 si stacca per arrivare a Port de Centuri, attraversando un bosco di castagni arriverete prima ad una abbazia abbandonata, e poi seguendo una meravigliosa e solitaria strada, al mare.

Il piccolissimo paese si raccoglie intorno alla insenatura naturale che fa da porto, le case in pietra si alzano dalla piccola scogliera che ha dato loro il materiale di cui sono fatte, una manciata di ristorantini affacciati sull’acqua cucinano le aragoste pescate dalle barchette ormeggiate ( specializzate proprio nella pesca delle piccole e saporitissime aragoste locali), per i pochi turisti che arrivano fin qui.

Appena oltre le 20 case che costituiscono il paese, la spiaggia si apre su una quantità scogli e un isolotto che affiorano dalle placide acque blu.

Un bar sul molo del porticciolo serve bibite fresche con la lentezza di chi sa che se sei arrivato fin lì ,non avrai di certo fretta di andartene.

Port de Centuri anche se sicuramente sconosciuto ai più, è quella che chiamerei la mia Corsica.

port de centuri -studiogabriotomelleri-3

 

Ulteriori informazioni su località, alberghi e ristoranti provati da noi in Corsica, le potete trovare in questa sezione del nostro sito interamente dedicata a questa bellissima isola, compreso un itinerario completo di 8 giorni per scoprire le sue mille sfaccettature.

Selvaggia ed esclusiva: Port de Centuri, la mia Corsica ultima modifica: 2016-03-29T17:08:45+00:00 da patrizia

«

Comments

  1. Marina
    febbraio 7th

    Grazie, ci vado! Posso chiedere aiuto, spiagge e alberghi della stessa emozione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *