Cangas de Onis, alle porte del Picos de Eruropa

asturie -studiogabriotomelleri-Cangas de Onis

Le Asturie, regione del nord della Spagna, hanno come loro motto “Paradiso Naturale”, e lo detengono a ragione: non solo il bellissimo mare costiero vanta paesaggi selvaggi unici, quanto il loro entroterra è dominato dalla catena montuosa dei Picos de Europa offrendo scorci meravigliosi ed intatti.

Cangas de Onis è una piccola cittadina che è considerata l’ingresso al parco naturale dei Picos de Europa e che è un ottimo punto di partenza per scoprire questa zona delle Asturie.

Da Cangas de Onis infatti si arriva in poco tempo al famosissimo Santuario di Covadonga, oppure si può prendere questa come base per le tantissime escursioni che si possono fare in questa zona, per gli amanti della canoa per esempio il fiume Sella, che attraversa Cangas de Onis, è attrezzatissimo per offrire ai turisti una esperienza di discesa.

asturie -studiogabriotomelleri Cangas de Onis

Ma Cangas de Onis, che fu la prima capitale del Regno delle Asturie, merita anche essa stessa una visita.

Cosa non perdere a Cangas de Onis

Il ponte romano che vedete nella prima foto, è uno dei simboli stessi delle Asturie. Questo ponte, che è in realtà medievale del XIII secolo sostituisce un preesistente romano, e a questo ne deve il nome. Al centro è appesa la riproduzione della famosa Croce della Vittoria, il cui originale è custodito nella cattedrale di Oviedo.

La Capilla de la Vera Cruz, è una minuscola chiesetta del 600 ( che vedete nella foto qui sopra) sorta in un luogo già sacro ai pagani, e che contiene un antico dolmen.

Molto particolare è anche il grande mercato cittadino che si svolge per le strade: formaggi locali, salumi, aglio, verdure: tutto quello che è in vendita è autoprodotto. Scordatevi di fare acquisti con carte di credito, mentre potete chiedere (ai più attrezzati) di mettervi i deliziosi formaggi sottovuoto per portare a casa un pezzo di autentiche Asturie!

 

Cangas de Onis, alle porte del Picos de Eruropa ultima modifica: 2016-08-13T16:45:37+00:00 da patrizia

«

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *