I calanchi di Piana in Corsica, patrimonio Unesco.

calanchi di piana-studiogabriotomelleri-2

I Calanchi di Piana sono l’unico sito Unesco della Corsica e, anche per questo motivo, si tratta di una delle zone più frequentate dell’isola, dove vi sembrerà di vedere radunate tutte insieme le persone che per una settimana non avete mai visto per le strade semi deserte della Corsica occidentale!

I Calanchi di Piana sono delle formazioni rocciose in granito rosso che grazie all’erosione millenaria hanno creato degli scenari di una bellezza unica, a cui fanno non poco contorno i contrasti di colori che il granito crea con il blu intenso del mare e il verde vivo della macchia mediterranea.

 

calanchi -studiogabriotomelleri-6

Le rocce incantano per il loro aspetto levigato e allo stesso tempo spigoloso, sembrano quasi un esercito di mille soldati pronti all’attacco. Non è una natura placida questa,  la sua bellezza è eroica e anche un po’ drammatica, concentra in se’ l’essenza della natura Corsa: forte, spigolosa, che ti accoglie a modo suo e semplicemente bellissima.

I calanchi di Piana impersonano la natura Corsa: forte, spigolosa, che ti accoglie a modo suo, bellissima. Condividi il Tweet

Come visitare i Calanchi di Piana

La visita ai calanchi può durare pochi minuti come molte ore, tutto dipende da quanto tempo deciderete di dedicarvi. Per raggiungerli infatti vi basterà percorrere la strada D81 che da Piana conduce a Ota ( o viceversa) , si tratta di una stretta strada di 10 chilometri che passa proprio in mezzo ai calanchi e che potrete attraversare godendovi il meraviglioso panorama accostando di quando in quando per fare qualche foto ( traffico permettendo). Oppure potrete decidere di seguire uno dei tantissimi sentieri che dalla strada si inoltra nelle rocce infuocate per godere di panorami più selvaggi e nascosti. Ve ne sono di varie difficoltà e lunghezza, dai 40 minuti alle 6 ore di cammino.

calanchi -studiogabriotomelleri-4

Uno dei punti principali da cui partono questi sentieri è il ristorante Le Roches Blue ma dovete considerare il non trascurabile problema del traffico che può rendere impossibile fermarsi lungo la strada nei mesi più turistici. In questo caso è consigliabile recarsi ai Calanchi di Piana la mattina presto, quando il grosso dei turisti, e gli autobus turistici devono ancora arrivare.

Se invece avete la fortuna di visitare i calanchi di Piana fuori stagione, allora fate in modo di trovarvi ancora lì all’ora del tramonto, per godere dello splendido spettacolo delle rocce che si infuocano!

Da non perdere, nelle vicinanze di Piana, la incantevole spiaggia di Ficajola, che si apre in una piccola baia formata dai calanchi e dove si trova anche un minuscolo villaggio di pescatori.

Tutto quello che c'è da sapere per visitare i Calanchi di Piana in Corsica Condividi il Tweet calanchi -studiogabriotomelleri-9

Ulteriori informazioni su località, alberghi e ristoranti provati da noi in Corsica, le potete trovare in questa sezione del nostro sito interamente dedicata a questa bellissima isola, compreso un itinerario completo di 8 giorni per scoprire le sue mille sfaccettature.

 

I calanchi di Piana in Corsica, patrimonio Unesco. ultima modifica: 2015-10-14T10:27:24+00:00 da patrizia

«

1 Comment

  1. Pingback: La spiaggia di Ficajola: un piccolo paradiso in Corsica -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *