Viaggio a Valencia: la nostra guida per 3 giorni

valencia-16

viaggio a valencia-16

Un viaggio a Valencia è sicuramente  una delle migliori idee per un breve viaggio, la meta ideale per staccare la spina, per moltissimi motivi.

Non è piccola ma nemmeno enorme e un weekend lungo di tre giorni è sufficiente per vederla con una certa completezza.

Ha molti punti di interesse, e cose molto diversificate tra loro così che difficilmente può non piacere.

E’ ottimamente collegata da compagnie aeree low-cost, e nell’insieme la città è piuttosto economica ed è quindi facile organizzarsi una mini vacanza anche con un budget minimo.

Detto questo passiamo al lato pratico: ecco la nostra mini guida-itinerario per un perfetto viaggio a Valencia di 3 giorni

Vi diciamo come arrivare, cosa vedere, dove mangiare e, per approfondire, vi basterà cliccare sui link segnalati che rimandano al post sul singolo argomento. Tutto chiaro? Allora si parte!

Innanzi tutto arrivare a Valencia in aeroporto è fantastico: l’ufficio turistico della città ha una sede proprio ai terminal di arrivo, e qui potrete acquistare una Valencia Turist Card (24-48-72 ore o 7 gg) da usare sia per muovervi per la città che per entrare gratuitamente in moltissimi musei (oltre che molteplici sconti un po’ ovunque): il vantaggio immediato è che vi è compreso il biglietto della metropolitana che in pochissimo tempo vi porterà dall’aeroporto al centro città (comodissima!!!) .

Se volete un consiglio su dove alloggiare, noi siamo stati al Casual Hoteles (indirizzo Convento San Francisco 7): molto economico ma carino e pulitissimo con camere essenziali ma complete, centrale, attaccato alla stazione della metro (linea diretta da e per l’aeroporto). In più parlano italiano, la colazione è decisamente ok, è silenziosissimo e ti forniscono gratuitamente un mini router da portarsi dietro che ti fornisce wi-fi gratuito ovunque tu sia….non male, vero?! 😀

Se invece cercate una soluzione più glamour allora spostatevi nella bellissima zona degli huerta, appena fuori città, a poca distanza dal mare il relais La Mozaira è quello che fa per voi, perfetto per un viaggio di non solo visita ma anche relax.

Ma adesso parliamo di cosa vedere a Valencia

Una giornata almeno è da dedicarsi al centro storico.viaggio a valencia-4GIORNO 1Schermata 2014-08-26 alle 10.37.59

  • La bella plaza del Ayuntamento ( prima foto del post) dove affacciano i sontuosi palazzi delle poste e del municipio
  • anche gli altri palazzi della zona tutta intorno a plaza del Ayuntamento meritano decisamente una passeggiata col naso all’insù
  • a delimitare i confini del centro storico l’imponente costruzione della stazione centrale modernista, riccamente decorata anche all’interno
  • al suo fianco l’arena de Toros (in fianco vi è anche un museo dedicato)
  • torniamo verso il cuore della città andiamo in Plaza de la Reina dove vedremo svettare due grandi campanili, uno è quello della chiesa di Santa Catalina, l’altro è il famoso El Miguelete e lì e dove sorge anche la Cattedrale, dove è custodito il Sacro Graal.
  • ci spostiamo verso il mercato incontrando la famosa e caratteristica Plaza Redonda, non perdetevi un giro tra le stradine che si snodano intorno a questa piazza per ritrovare il gusto di una Valencia antica.
  • Poco lontano sorge la ancora più famosa Lonia de la Seda, annoverata tra i patrimoni dell’UNESCO
  • è ora di pranzo e siamo nel posto giusto: una visita al Mercato Centrale, è assolutamente da non perdere e in più questo è anche un ottimo posto dove pranzare in modo molto caratteristicovalencia-15
  • Uscendo dalla porta posteriore del mercato passiamo la bellissima parrocchia de Santos Juanes con il caratteristico rosone murato suo tratto distintivo e, andando verso la Torre del Quart, attraversiamo il quartiere dei graffitivalencia-12
  • ci dirigiamo verso un’altra torre che fungeva da ingresso alla città: Torres del Serrans, questa era la più importante, e anche l’ultima ad essere chiusa. Visitatela internamente, oltre a rivelare particolari architetture vi darà la possibilità da cui si godere di una fantastica vista sulla cittàvalencia-14
  • riprendiamo la direzione verso il centro dirigendoci verso quello che è un altro dei fulcri cittadini: Plaza de la Virgen qui da vedere la Basilica Virgen de los Desamparados, entrate e rimarrete colpiti dalla immensa devozione degli abitanti di Valencia per questo luogo di culto.valencia-11
  • Nella piazza dietro la basilica sorge il museo centro archeologico de L’Almoina grazie al quale è possibile visitare gli scavi della grande città romana che “dorme” sotto Valencia
  • nelle vicinanze merita perdere qualche minuto un museo molto particolare: quello dedicato alla statue in cartapesta, alcune davvero antichissime, che sfilano per la città durante la parata del Corpus Christi
  • A completare una visita del centro storico non si deve perdere il museo della ceramica con la sua facciata a dir poco monumentale, e la bella piazza dell’università con le sue cupole arabeggianti. Per cena due ottimi indirizzi sono Lienzo e Samsha entrambi non lontani da Puerta del Solvalencia-5

Giorno 2Schermata 2014-08-26 alle 10.41.43

  • il secondo giorno non può non essere dedicato alla visita del complesso meraviglioso della Città delle Arti e della Scienza di Calatrava :ovviamente un ampio giro tutto intorno ai vari edifici vi permetterà di goderne appieno le mirabolanti architetture, ma poi non perdetevi di vivere il tutto anche dall’interno: l’oceanografico con il suo delfinarium unico per dimensioni e il museo della scienza,  divertentissimo soprattutto per i bambini. Per pranzo vi consigliamo un ristorante dove assaggiare la cucina valenciana contemporanea e, nello stesso tempo ammirare il complesso di Calatrava da una posizione privilegiata: dall’alto! Si tratta del ristorante Vertical.
  • prima di cambiare zona percorriamo  almeno una parte del bel Parco del Turia, dove magari tornare di sera per godersi lo spettacolo della “Ciudad” di Calatrava by Night
  • Ci spostiamo adesso nella zona del porto con il suo vamoso Veles e Vents e le altre opere architettoniche fatte per l’America’s Cup, e dove volendo si può fare una breve e divertente “escursione” in catamarano
  • per concludere la giornata cosa c’è di meglio di una passeggiata sulla lunga spiaggia di Malvarrosa? Qui potrete anche cenare provando la paella, quella autentica cotta a legna, a Casa Carmela. Dopo cena, per un po’ di  movida notturna, il vicino porto è la zona ideale.

Giorno 3

  • iniziamo la giornta con un bus turistico che in poco tempo ci porta a scoprire una zona natuirale unica che si trova poco a sud di Valencia: La Albufera, il giro comprensivo di una escursione in barca, dura circa 3 ore e vale la pena di farlo!valencia-3
  • rientriamo e ci dedichiamo alla scoperta dei bellissimo  quartiere di  Ensanche,appena fuori dal centro storico, uno dei più eleganti della cittàvalenciaQuesto è il regno del modernismo e qui si trova anche il Mercato Colon: un meraviglioso ex mercato convertito a zona di locali e shopping dalle architetture semplicemente meravigliose!valencia-2
  • Si è fatta ora di pranzo e in questo quartiere assolutamente da provare è lo stellato Ristorante Riff, che a pranzo propone un menù super economico ma di gran qualità
  • il pomeriggio lo dedichiamo ad una visita insolita : prendiamo la metropolitana rossa ,linea 3, e scendiamo alla fermata Alboraya-Palmaret, spostavi dalla strada principale e vi troverete in un attimo in mezzo agli huerta, è pazzesco vedere come la città si interrompa quasi bruscamente per dare spazio a questi campi da cui tutti i giorni arrivano le merci del mercato cittadino, e ci troviamo davvero ad una brevissima distanza dalla città!
  • Riprendiamo la metro alla stessa fermata , torniamo verso la città e scendiamo dopo due fermate a Benimaclet, da qui continuiamo a piedi attraversando gli splendidi Jardines del Real or Viveros
  • per cena andiamo a scoprire il vivace quartiere Ruzafa , pieno di locali, ma per immergerci nella cultura gastronomica Valenciana l’indirizzo è Canalla Bistro. Qui si mangiano tapas, ma non tapas qualunque, bensì quelle del più promettente chef stellato del panorama gastronomico Valenciano: Ricard Camarena. Ambiente informale e molto divertente, tapas fenomenali!

valencia-13

Viaggio a Valencia: la nostra guida per 3 giorni ultima modifica: 2014-08-26T10:43:46+00:00 da patrizia

«

Comments

  1. Diana
    giugno 12th

    Io sono stata a Valencia l’anno scorso, stavo cercando un giusto mix tra vacanza balneare e culturale e devo dire che questa città ha soddisfatto la mia richiesta come poche! Fantastica vacanza la consiglio a tutti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *