Sicilia: 15 posti da non perdere nella parte orientale

sicilia

sicilia

Ultimamente quella di programmare le vacanze altrui sta diventando una piacevole “mania”.. questa volta tocca alla Sicilia per una coppia di amici non giovanissimi e con le idee molto chiare.

Vogliono andare in Sicilia, visitando vari luoghi soprattutto a carattere culturale, ma senza cambiare albergo, e vogliono essere sul mare in una location non caotica ma molto attrezzata.

Sebbene siano anni che manchi dalla Sicilia, amo moltissimo questa isola ed è un piacere poter pensare un itinerario che tocchi molti dei meravigliosi posti che qui ho potuto vedere!

Per iniziare a comporre l’itinerario, contrariamente a come faccio di solito, sono partita dalla scelta della destinazione di base e mi sono indirizzata sul sud est dell’isola, dove si è comodi per vedere la costa orientale ricca di attrattive, ma si è fuori dalle zone molto caotiche ( e spesso care) che questa parte della Sicilia riserva, e dove la natura è veramente speciale!

Dopo una buona ricerca ho trovato la struttura del Club Eloro a Marina di Noto, sulla costa sud orientale della Sicilia, che aveva tutte le caratteristiche richieste dai nostri amici: l’essere ampiamente attrezzata e il trovarsi sul mare, anzi, a dire la verità si trova su una piccola baia quasi privata, a pochissima distanza da una riserva naturale!sicilia 3

Tolto il “problema” dell’alloggio, piuttosto che prevedere un itinerario, ho stilato una lista di località da visitare di elevato interesse, che non distassero oltre i 150km dalla “base”, in modo tale da lasciare la libertà di soffermarsi a piacere sui luoghi a seconda dell’impatto personale che avranno con essi, con la tranquillità di sapere che al massimo in un paio d’ore di strada saranno in grado di essere nuovamente in albergo.

Ed ecco l’elenco dei luoghi che ho scelto: spaziano da luoghi di interesse archeologico, ad artistico a naturale, per ognuna di queste categorie vi sono degli esponenti davvero eccellenti, a confermare quanto bella e variegata sia la terra siciliana.

Ma iniziamo:

  • Taormina: una tappa forse un po’ scontata, la più lontana da un punto di vista chilomentrico, ma assolutamente impossibile da non includere. Per la sua nomea internazionale, per il suo famosissimo teatro antico, per tutte le sue bellezze storiche e per i suoi paesaggi comprensivi della meravigliosa Isola Bella, tutto ciò che insomma l’ha resa una destinazione turistica internazionale e ambitissima.
  • L’Etna: da un punto di vista naturalistico è una escursione unica! Salire fino ai crateri prima con gli impianti e dopo con le jeep è una esperienza che non si può non fare e che non si dimenticherà, così come il gelare dal freddo e sentire le suole delle scarpe che bruciano (scarponi da montagna e giaccone pesante anche in pieno Agosto sono d’obbligo)
  • Zafferana Etnea e Randazzo i paesi “neri” alle pendici dell’Etna, questi borghi interamente costruiti con roccia lavica sono particolari con le loro strade nerissime che scottano quando ci batte il sole. Qui è dove bisogna acquistare dai vecchini in strada i sacchetti di pistacchi di Bronte, talmente verdi che sembrano colorati!
  • Catania: con il suo elegante centro storico e i suoi ancor più eleganti caffè. Qui è d’obbligo indugiare in una tarda colazione a base di granita di gelsi con panna e maritozzo, e ancora più d’obbligo non farsi irretire dal suo traffico semplicemente ineguagliabile
  • Megara Hyblea: questo è il nome degli scavi archeologici nei dintorni di Augusta, non i più belli della Sicilia sicuramente, se non altro per le raffinerie di Augusta che si stagliano all’orizzonte, ma una loro visita è tra le più emozionanti: camminare in questi scavi lasciati quasi a se stessi, molto verosimilmente da solo senza nessun altro visitatore, ti fa provare vagamente la sensazione della scoperta e del contatto col passato
  • Pantalica  e la sua incredibile necropoli, un’ altra faccia dell’incredibilmente antica ed articolata storia della Sicilia
  • Siracusa: una città semplicemente meravigliosa che ci vorrebbe un post a parte solo per scrivere cosa vedere. Ortigia, la Fonte Aretusa, l’orecchio di Dioniso, e ancora le catacombe, i palazzi nobiliari, Villa Reimann , il Castello Maniace, Il duomo, il Ginnasio Romano… un elenco quasi infinito un luogo da scoprire e dove tornare più volte
  • Noto: la città del barocco per eccellenza tornata a splendere dopo il brutto terremoto di molti anni fa
  • Riserva naturale di Vendicari con le sue spiagge incontaminate e i suoi resti bizantini, e anche la sua rinomata spiaggia di nudistisicilia 2
  • Marzamemi con la sua tonnara e il suo borgo marinaro caratteristico che sembrano usciti da un set cinematografico
  • Portopalo di Capopassero con la sua fortezza arroccata sull’isola e la meravigliosa costa, tra le più belle di tutta la Sicilia
  • Isola delle Correnti con le sue spiagge caraibiche a pochissima distanza dalla riva
  • Scicli barocca
  • Modica il suo centro storico ma soprattutto la sua famosissima cioccolata che potrete assaggiare nelle innumerevoli sue pasticcerie
  • Caltagirone  famosissime le sue ceramiche, ma imperdibile soprattutto la sua meravigliosa lunga scalinata interamente fatta con maioliche decorate
  • Piazza Armerina  e la sua incredibile Villa Romana del Casale, capolavoro unico i cui mosaici sono famosi in tutto il mondo

Nel complesso un itinerario che spazia dalle bellezze naturali a quelle storiche, senza tralasciare città ricche di vita e con molti bei locali e ristoranti. Ovviamente il mare ne è il protagonista, ma con la possibilità di variare il soggiorno e non avere davvero il tempo nè il modo di annoiarsi!

Se siete interessati ad ulteriori itinerari in Sicilia, a questo link vi proponiamo il meglio della Sicilia Occidentale, mentre questo post è dedicato ad un itinerario lungo tutte le coste dell’isola.

Sicilia: 15 posti da non perdere nella parte orientale ultima modifica: 2014-06-25T10:41:04+00:00 da patrizia

«

Comments

  1. Vorremmo poter inserire il nostro castello come sito storico da visitare in Sicilia. Possibile farlo?
    Grazie!

  2. chiara
    giugno 18th

    Ciao, è molto interessante il tuo post perchè anche io volevo organizzare una vacanza simile alla tua. Volevo solo chiederti quanto tempo a disposizione avevi, io ho una settimana.
    Grazie mille

    • patrizia
      giugno 28th

      Ciao Chiara,
      scusami se rispondo solo ora! In una settimana riesci a vedere tutto in tranquillità, non temere!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *