Il cuore di Parigi Ile de La Citè e Ile Saint Louise

peca-studiogabriotomelleri-229

peca-studiogabriotomelleri-223

 

Parigi.

Troppo tempo che fra queste pagine non parliamo di quella che è una delle città più belle che esistano, e adesso, che la primavera è arrivata, perché non pensare ad un viaggio nella capitale francese? Poche cose al mondo sono belle come passeggiare lungo la Senna scaldati dai primi tepori dell’anno, mentre i parchi si risvegliano con i loro colori e profumi…

Organizzare un soggiorno a Parigi fai da te è quanto di più semplice. Per quel che riguarda come arrivarci: tantissimi voli da praticamente qualsiasi aeroporto italiano, per chi preferisce il treno  con Thello si ha la possibilità di viaggiare comodamente di notte e svegliarsi a destinazione, mentre per quel che riguarda l’alloggio anche in questo caso le opzioni sono tantissime e un po’ per tutte le tasche ( se volete in questo post abbiamo raccontato gli hotel provati da noi ).

Quello che però conviene comunque sempre fare, è organizzare il tutto coperti da una bella assicurazione di viaggio, come per esempio quella che offre Axa Assistance che per un prezzo davvero minimo copre tantissimi imprevisti che possono capitare a chi viaggia (se volete provare a formulare un preventivo potete farlo qui)

peca-studiogabriotomelleri-229

In questo blog potete trovare molti articoli che parlano della capitale francese, che potrete consultare a questo link, ma la zona di cui vi vogliamo parlare oggi è proprio il cuore di Parigi: le due isole Ile de la Citè e Ile Saint Louis.

Si tratta di due isolotti ( originariamente uniti) all’interno della Senna collegati tra loro con un ponte ( Pont Saint Louis ) e collegati con le rive gauche e rive droite da numerosi altri ponti.

Queste due isole sono universalmente conosciute perché sono sede di monumenti famosissimi simbolo di Parigi, come Notre Dame in primis che domina con le sue guglie lo skyline dell’Ile de la Citè, ma anche il mercato dei fiori, la meravigliosa Sainte Chapelle e la Conciergerie.

peca-studiogabriotomelleri-224

Con una tale concentrazione di monumenti, e con la sua centralissima posizione, questa zona di Parigi è letteralmente presa d’assalto da migliaia di turisti ogni giorno, eppure, in queste due isole, non è difficile trovare angoli di meravigliosa poesia contraddistinti da una una inspiegabile tranquillità e pace, luoghi dove indulgere a godersi la primavera della Ville Lumiere!

Gli angoli segreti del Cuore di Parigi

Place Dauphine

La mia personale preferenza va alla meravigliosa Place Dauphine, un’oasi dalla particolarissima forma triangolare, dove godere della più autentica atmosfera parigina, ci troviamo sul retro del palazzo di giustizia, caffè e librerie affacciano su questa piazza in terra battuta , alberi a cui poggiano le biciclette dei parigini,  panchine e mamme che fanno giocare i loro bimbi.

 

peca-studiogabriotomelleri-225

Square di Vert Galant

Si tratta della punta estrema dell’Ile de la Citè. Una grande statua equestre la domina, ma quello che dovete fare è scendere le scalette che portano a livello del fiume e immergervi in questo piccolo ma poetico giardino da cui ammirare le due sponde della Senna.

Tour de l’Horologe

All’angolo tra Quai de l’Horologe e Boulevard du Palais su un lato della Tour de l’Horologe du Palais de la Citè si trova un orologio che sulle prime potrà passarvi inosservato ma che è famoso per essere il più antico di Parigi, risalente ben al XIV secolo.

Square Jean XXIII

Si tratta del piccolo giardino che racchiude il retro della Cattedrale di Notre Dame. Pur non essendo di certo un luogo segreto, molti non arrivano a compiere il giro di questo piccolo giardino, facendo un grande errore in quanto la visuale sulle architetture della chiesa è da qui assolutamente eccezionale!

 

Ile Saint Louis

Di questa isola la cosa probabimente più celebre sono i gelati di Berthillon, considerati i migliori di Parigi, pochi turisti camminano oltre metà della su via centrale dove si trovano alcuni negozietti interessanti, in realtà merita fare una passeggiata lungo tutto il perimetro per trovare in pochi passi una Parigi prettamente residenziale e tranquilla.

Piccola curiosità: l’hotel de Lauzun, ( 17 Quai d’Anjou) riconoscibile dai delfini dorati come grondaie,  è il luogo dove Baudelaire scrisse il suo capolavoro I fiori del Male

peca-studiogabriotomelleri-226

Il cuore di Parigi Ile de La Citè e Ile Saint Louise ultima modifica: 2017-04-01T16:36:04+00:00 da patrizia

«

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *